12 consigli su come attirare gli orioles nel tuo cortile (2021) uccelli del mondo

Prendere il nome dal latino aureolo, che significa “aureola”, attirando questi uccelli dai colori vivaci, è una questione di tempismo. La migliore occasione per attirarli è quando arrivano all’inizio della primavera. 

Freddi, stanchi e affamati a causa della migrazione, e di fronte all’arduo compito di costruire il loro nido, i rigogoli hanno bisogno di tutto l’aiuto possibile quando si tratta di fonti di alimentazione. Per avere la migliore possibilità di vedere questi bellissimi uccelli canori, iniziate presto e seguite questi consigli per intravedere questi uccelli a volte sfuggenti.

1. Il segreto è iniziare ad attrarre gli orioles in anticipo

Quando si tratta di attirare gli orioli nel vostro cortile, il tempismo è tutto. Freddo, stanchi e affamati per la migrazione notturna, i rigogoli cercheranno una fonte di cibo affidabile e vi si atterranno. 

Il segreto è mettere fuori le mangiatoie almeno una o due settimane prima della loro prevista migrazione primaverile. Se gli uccelli non individuano le mangiatoie non appena arrivano, è improbabile che in seguito comincino ad usarle.

Gli orioli arrivano già in aprile negli stati del sud e continuano fino a maggio più a nord. Iniziate a mettere fuori le mangiatoie a fine marzo o inizio aprile per attirare i primi arrivi, e tenetele fuori fino a tardi in autunno mentre gli uccelli migrano di nuovo verso sud. Massimizzate la vostra opportunità di vedere questi uccelli rendendo il vostro cortile una fonte affidabile per loro anno dopo anno.

2. 2. Aggiungi un nastro arancione al tuo cortile

Simile ai colibrì, anche gli Orioles hanno un’attrazione per i colori brillanti e appariscenti. Le mangiatoie sono spesso di colore arancione per sfruttare questo fatto. Mentre i colibrì preferiscono il rosso, gli orioli sono più attratti dall’arancione vibrante ( 1 ). 

Ravvivate il vostro paesaggio per catturare l’attenzione di qualsiasi rigogolo che passa sopra la testa. Legate nastri arancioni, strisce di stoffa o nastri per topografi intorno ad alberi, cespugli, ringhiere o rami alti per attirare la loro attenzione. Questi uccelli sfuggenti preferiscono le chiome alte e questi lampi di colore possono invogliarli a dare un’occhiata più da vicino al vostro cortile e alle stazioni di alimentazione.

3. 3. Offrire nettare fatto in casa

Anche se non hanno il metabolismo di un colibrì, gli orioli si divertono anche a bere acqua zuccherata o nettare per un immediato aumento di energia. I nettari adatti possono essere acquistati, ma fare una soluzione di nettare è semplice, e si può usare la stessa ricetta sia per i colibrì che per i rigogoli. Tenete al sicuro i vostri amici pennuti con questa semplice miscela di quattro parti di acqua calda per una parte di zucchero. 

Mescolare la miscela fino a quando lo zucchero non è completamente sciolto e raffreddato a temperatura ambiente. Questo è tutto. Non c’è bisogno di niente in più, come dolcificanti o miele aggiunti. 

L’acqua calda è tipicamente sufficiente per sciogliere lo zucchero, ma l’acqua bollita è la migliore e aiuta la miscela a durare più a lungo (fino a una settimana) quando viene conservata in frigorifero. Ricordatevi di tenere il nettare fresco e non usate mai coloranti alimentari.

4. 4. Utilizzare alimentatori specifici per oriole

Anche se non è insolito che i rigogoli cerchino di usare mangiatoie per colibrì Le loro lingue sono troppo grandi, e non hanno la capacità di librarsi intorno a loro, spesso li abbattono ( 3 ). Utilizzare alimentatori specifici per oriole e assicuratevi che la mangiatoia abbia posatoi e bocchette per bere abbastanza grandi. 

Dal momento che sono molto attratti dai colori vivaci, soprattutto l’arancione, gli alimentatori di orioli di solito sono disponibili in tonalità giallo brillante e arancione. Gli orioli hanno bisogno di grandi posatoi e di bocche da bere per la loro lingua grande e gli alimentatori specifici ne terranno conto. Come bonus, gli alimentatori specifici per oriole spesso includono caratteristiche aggiuntive come i posti dove mettere la frutta matura o altre prelibatezze per i vostri uccelli.

5. 5. Tentare con la gelatina d’uva

La migrazione richiede molta energia, quindi tentate i vostri uccelli con una fonte di cibo energizzante come la gelatina d’uva. A differenza di molti altri uccelli mangiatori di frutta, i rigogoli sembrano preferire solo frutta matura e di colore scuro, e potete attirarli offrendo piccole quantità di questa gelatina scura alle vostre stazioni di alimentazione ( 4 ). 

La gelatina è meglio servita in una tazza o in un piatto poco profondo, ma assicuratevi di tenerli puliti. Come ogni cibo zuccherato, la gelatina sarà veloce a modellare o ad attirare altri visitatori indesiderati. Potete usare piccole lattine o coperchietti di plastica, ma assicuratevi di fissarli a qualcosa, altrimenti gli uccelli la sbatteranno a terra. Fate in modo che la gelatina duri più a lungo combinando una parte di gelatina con una parte di acqua in un frullatore fino a quando non ha la consistenza di un succo denso.

6. 6. Incoraggiate il nidificazione nel vostro cortile

Gli orioli cercano alti alberi decidui per costruire i loro nidi, unici e notevoli. Mentre i rigogoli non nidificano nelle casette per uccelli, potete incoraggiarli a costruire i loro nidi nel vostro cortile se avete salice, olmo, quercia, pioppo, pioppo, pioppo o alberi simili. Gli orioli preferiscono utilizzare materiali come fibre vegetali, strisce di corteccia, erbe, viti e corde per i loro nidi appesi strettamente intrecciati.

Offrite fibre sottili come pellicce di animali domestici, peli, o 3-4 pollici di filato per gli uccelli da tessere nei loro nidi appesi come calzini. Anche se i nidi sono di solito ancorati abbastanza alti, i rigogoli riutilizzeranno il materiale di nidificazione ogni anno, quindi è utile lasciare i vecchi nidi agli uccelli per il recupero dalla prossima primavera. 

7. Passare ai vermi da pasto in estate

La gelatina e la frutta danno ai rigogoli una spinta energetica necessaria per la migrazione durante i mesi primaverili e autunnali, ma i rigogoli spesso cambiano la loro dieta con cibi più ricchi di proteine durante i mesi estivi. Durante questo periodo, la loro dieta è composta per lo più da insetti per dare loro le proteine aggiuntive necessarie per l’allevamento e l’allevamento dei loro piccoli. 

Una volta iniziata la stagione della nidificazione, fornite ai vostri uccelli un valore nutritivo maggiore, cospargendo i vermi in cima alle coppette di gelatina. Una volta che smettono di venire per la gelatina, mantenete i vostri orioli per tutta l’estate offrendo i turioni secchi in una tazza o in un vassoio separato. 

Orioles può anche visitare Alimentatori di sego , soprattutto se sego è offerto in piccoli pezzi che possono facilmente sgranocchiare, ma tenete presente che il sego può non funzionare nel vostro clima durante le temperature più calde. 

8. 8. Aggiungere una fonte d’acqua mobile

Tutti gli uccelli hanno bisogno di acqua per evitare la disidratazione e mantenere la salute e gli orioli non sono diversi. Sono particolarmente attratti dai piatti poco profondi e acqua in movimento ( 5 ). Posizionare strategicamente i bagni per uccelli vicino alle mangiatoie per invogliare gli uccelli ad usare questa comoda fonte d’acqua. 

Gli orioles amano la vista e il suono dell’acqua in movimento, quindi se il vostro bagno ha un gorgogliatore, signore, o gocciolatore, ancora meglio. Fate attenzione a usare vaschette profonde non più di 2 o 3 pollici per dare loro un posto ottimale per bere e fare il bagno. Proprio come le mangiatoie, le fonti d’acqua devono essere mantenute pulite e prive di detriti per la salute dei vostri uccelli. 

9. La chiave è la giusta posizione dell’alimentatore

Gli orifizi sono uccelli che vivono sulle cime degli alberi, quindi tenete a mente questo aspetto quando appendete le mangiatoie. Pensate come un uccello e mettete le mangiatoie all’aperto in modo che possano essere viste mentre gli uccelli volano sopra di loro o si siedono in alto sui loro posatoi. 

Questi timidi uccelli non possono avventurarsi così vicino ad aree trafficate fino a quando non si sono abituati all’ambiente, quindi tenere gli alimentatori separati dall’attività umana e da altre aree di alimentazione aiuterà gli uccelli a sentirsi più sicuri e permetterà loro di nutrirsi in pace. E infine, siate pazienti – spesso ci vogliono diverse stagioni per attirare non solo gli orioli, ma anche per farli tornare anno dopo anno. 

10. 10. Piantare i fiori giusti

Piante autoctone e i fiori offrono la migliore nutrizione per attirare gli amici pennuti nel vostro giardino. Mentre gli alimentatori di nettare sono ottimi integratori, gli uccelli non possono resistere al vero. Riempite il vostro giardino di fiori che producono nettare e di colori arancioni vivaci per avere la migliore possibilità di portare i rigogoli. 

Potete trovare elenchi online per trovare piante autoctone che cresceranno nella vostra zona se avete appena iniziato, ma le margherite sono sempre un inizio sicuro ( 6 ). Oltre al nettare, le piante autoctone aiutano anche ad offrire una serie di insetti benefici per gli uccelli. Bandiere da giardino, palline da giardino, una panchina dipinta o anche un graticcio decorativo offrono ulteriori opzioni per aggiungere una spinta di colore che attira gli orioli.

11. Tenere le formiche fuori dalla mangiatoia

Come potete immaginare, dolcetti dolci per i rigogoli spesso significa anche parassiti raccapriccianti ai vostri alimentatori. Formiche, api e altri insetti sono particolarmente attratti dal dolce nettare e dalle metà di frutta che si possono preparare per i vostri amici pennuti. Le metà dritte di gelatina e di arancia hanno il più alto rapporto di zuccheri, quindi attireranno il maggior numero di insetti e dovrebbero essere cambiate regolarmente per evitare la contaminazione. 

Aggiungete un semplice fossato per formiche alla vostra mangiatoia per evitare che ostruiscano i fori. Se la mangiatoia non è dotata di protezioni per formiche o api, provate a strofinare una piccola quantità di olio vegetale vicino ai fori della mangiatoia per scoraggiare gli insetti. 

12. Piantare i cespugli giusti

Naturalmente, il modo migliore per attrarre orioles al vostro cortile è quello di rendere il più allettante per loro il più possibile, fornendo l’abbellimento del paesaggio che è sia bello e benefico. Piantate frutta e cespugli che producono bacche, come gelsi, mirtilli, rovi, ciliegie o fichi. Gli orioli preferiscono i frutti di colore scuro, quindi anche i cespugli come i mirtilli, le more e le bacche di sambuco sono un vantaggio.

Gli orioli sono anche attratti da molte delle stesse piante dei colibrì. Balsamo d’api, caprifoglio, fiore cardinale e Mandevilla sono i preferiti e attireranno molte altre specie di uccelli nel vostro giardino. Riempite il vostro cortile con piante da fiore autoctone, viti, arbusti e alberi per mantenere i rigogoli che tornano anno dopo anno. 

Sophie Waechter

Written by