12 consigli su come attirare i gufi nel tuo cortile (2021) uccelli del mondo

Spesso sentiti ma non visti, i gufi non sono comuni uccelli da cortile e questi uccelli, per lo più notturni, non sono sicuramente visitatori che si nutrono di cibo. I gufi possono essere un ospite molto desiderabile nel vostro cortile e sono affascinanti sia da ascoltare che da osservare. 

Abili e silenziosi cacciatori, predano roditori, insetti e altri parassiti nel vostro giardino, rendendoli un membro importante degli ecosistemi del cortile. Come attirare i gufi nella vostra proprietà può essere difficile all’inizio, ma con l’uso di questi consigli, e un po’ di perseveranza, potete attirare questi inafferrabili visitatori nel vostro giardino.

1. 1. Installare una cassetta di nidificazione

Molti gufi usano cavità o alberi morenti per nidificare, ma è anche possibile installare una cassetta di nidificazione per fornire un riparo sicuro ai gufi che si sta cercando di attirare. Un modo per garantire che i gufi arrivino è quello di dare loro spazio non solo per riposare, ma anche per nidificare e crescere i piccoli. 

Mentre di solito usano cavità degli alberi o cavità naturali, potete acquistare o costruire delle cassette di nidificazione per fornire loro un luogo sicuro dove insediarsi. A scatola di nidificazione è uno stabulario previsto per gli uccelli che vi nidificano. Le dimensioni e la posizione del box possono variare in base al tipo di gufo che si cerca di attirare.

Ad esempio, i gufi striduli sono noti per l’uso di cassette di nidificazione con un foro di ingresso di almeno 3 pollici di diametro, mentre la civetta del nord favorisce un foro di ingresso di 2 pollici ( 1 ). Le cassette di nidificazione sono di solito fatte di legno e sono disponibili in una varietà di dimensioni da grandi a piccole. 

Queste scatole di legno di solito hanno una sporgenza per evitare che la pioggia entri, e una guardia di metallo intorno al foro per evitare che i predatori lo masticino per renderlo più grande. Posizionarli almeno 10-20 piedi dal suolo, e lontano da posatoi per i predatori è meglio. I gufi nidificano molto prima delle altre specie, quindi le cassette dovrebbero essere montate entro gennaio o febbraio per dare ai gufi tutto il tempo di trovare la loro nuova casa.

Leggere anche : Quanto sono intelligenti i gufi? (La risposta è sorprendente)

2. La posizione della casa dei gufi è la chiave

Come per tutti i beni immobili, quando si tratta di case di gufi, la posizione è la chiave. I gufi visiteranno solo le aree in cui si sentono al sicuro, quindi il posizionamento e la collocazione del vostro box devono essere in una zona che sia favorevole per loro. 

Le case dovrebbero essere posizionate in un luogo riparato, lontano dai venti dominanti, e preferibilmente rivolte a sud per tenerle al caldo. Assicuratevi che siano installate con una stabilità sufficiente per offrire protezione ai gufi sia dal vento che dai predatori, poiché anche i movimenti più sottili possono influire sul loro utilizzo o meno.

Il tipo di casa che acquistate o costruite dipenderà in gran parte dai gufi della vostra zona. Un diametro del foro d’ingresso di almeno 2 pollici, una profondità di circa 23 pollici e un’altezza del tetto di almeno 12 pollici funzionerà per la maggior parte dei gufi che si trovano in cavità. 

Affiggere le case ad un albero alto o ad un palo ad almeno 10-15 piedi da terra per fornire uno spazio sicuro lontano dai predatori affinché i gufi facciano la loro casa. E infine, ma non meno importante, assicuratevi che nulla blocchi il percorso di volo all’interno del box, come un edificio o rami vicini, per dare ai vostri gufi un accesso più facile.

3. Aggiungere un grande bagno per uccelli

Anche se non sono visitatori frequenti dei bagni degli uccelli, come altri uccelli, i gufi hanno bisogno di acqua per bere e fare il bagno. I gufi ottengono la maggior parte del loro fabbisogno di liquidi dalla loro dieta, quindi non sono grandi bevitori di acqua. 

Ma durante l’estate o nei climi più caldi, possono visitare anche luoghi leggermente più grandi, più profondi bagni per gli uccelli per bere o fare il bagno. Date le loro dimensioni, è improbabile che i gufi si precipitino in un piccolo bagno per uccelli poco profondo. 

Per incoraggiare i gufi a fare il bagno nel vostro cortile, installate un bagno per uccelli grande e profondo in una zona appartata che sarà al sicuro da interferenze. I bacini profondi (minimo 2 pollici) offrono un generoso sorso, o fungono da vasca da bagno per la pulizia e il raffreddamento. 

Idealmente, i bagni per i gufi dovrebbero essere fatti di un materiale resistente come il metallo, e offrire un bordo inclinato in modo che i gufi possano entrare più facilmente. Potete trovare molte opzioni disponibili nei negozi o online o costruire il vostro proprio.

4. Eliminare un problema di storno

Gli storni europei sono noti per aver preso il controllo dei box per gufi prima ancora che i gufi abbiano la possibilità di trasferirsi. Risolvete un problema di storno prima ancora che inizi, monitorando il vostro box per individuare eventuali segni di questa specie invasiva. 

Il modo migliore per farlo è quello di posizionare la scatola in un’area boscosa e non aperta ( 2 ). Se questo non è possibile, controllate attentamente le vostre scatole per vedere se ci sono segni di utilizzo. I gufi non costruiscono nidi all’interno della scatola, quindi è meglio spargere da 2 a 3 pollici di trucioli di legno non trattato, aghi di pino essiccati o foglie all’interno. 

Se li trovano, gli storni inizieranno a riempire la scatola di erba e paglia per iniziare a costruire il loro nido e cercheranno rapidamente di prendere il sopravvento. 

Questi uccelli aggressivi sono anche noti per distruggere uova e nidi e uccidere i nidiacei o gli adulti per impadronirsi di una cassetta di nidificazione ( 3 ). Monitorate attentamente le vostre scatole per qualsiasi attività di uccelli non bersaglio e dissuadere attivamente gli storni dall’entrare nella vostra zona per avere la migliore possibilità di attirare i gufi. 

5. 5. Creare un punto di appollaiamento

Date ai gufi uno spazio sicuro per riposare e risparmiate energia durante l’osservazione delle prede, creando un posto appollaiato per loro. I gufi usano i posatoi come luogo di riposo mentre cacciano, si preparano o semplicemente sono alla ricerca di predatori. 

Dal momento che la maggior parte dei gufi non si avventura fuori fino a notte, a loro piace nascondersi all’interno di una fitta copertura durante il giorno. I posatoi naturali, come i vecchi alberi, i rami e gli strappi, offrono ai gufi eccellenti spazi sicuri da utilizzare come posatoi. 

Se non sono presenti posatoi naturali, però, un palo di recinzione ben posizionato, un palo o una traversa fatta in casa faranno il resto. In zone particolarmente ventose, o se avete spazio, usate almeno due tavole trasversali e fornite un posatoio ogni 200 piedi. 

Mantenere grandi rami sugli alberi dà anche ai gufi una posizione privilegiata di posatoio orizzontale per esplorare l’area. Creare una selezione rustica e naturale dell’habitat del cortile, con poca potatura o manutenzione, può far sentire i gufi più a loro agio, soprattutto per nidificare o appollaiarsi.

Leggere anche Quali animali mangiano i gufi? (Quando il predatore diventa preda)

6. 7. Spegnere le luci

Spesso sentiamo i loro inconfondibili richiami attraverso l’aria notturna – in gran parte notturna; i gufi di solito si sentono e non si vedono. Questi cacciatori furtivi usano occhi e orecchie appositamente adattati per aiutarli a cacciare al buio ( 4 ). 

I gufi cacciano più efficacemente al buio ed eviteranno i cortili ben illuminati per mantenere questo vantaggio sulle loro prede. L’illuminazione esterna non solo interrompe gli schemi naturali di caccia del gufo, ma può anche togliergli il vantaggio della furtività.

Evitare l’illuminazione esterna estesa, come i giochi d’acqua illuminati, i proiettori, i faretti e le luci con sensori di movimento. Mettete i riflettori esterni su timer e, se possibile, spegnete tutte le luci esterne una volta andati a letto, in modo che i gufi possano mettersi al lavoro. 

Questi efficaci disinfestatori non visiteranno i cortili ben illuminati, quindi aiutateli fornendo loro uno spazio sicuro (e buio) per cacciare e riposare di notte. Tenendo le luci esterne spente di notte, si aumentano le probabilità che un gufo visiti il vostro cortile.

Leggere anche 17 Fatti affascinanti del gufo che non conoscevi

7. Mantenere l’erba in crescita

Hai bisogno di una scusa per non falciare il prato? È per i gufi, naturalmente. Molte delle prede naturali dei gufi, come talpe, topi, toporagni, toporagni e arvicole, sono attratti dall’erba lunga e fitta. 

Falciare il prato meno spesso crea l’ambiente giusto per attirare queste piccole creature e fornire un terreno di caccia più attraente per i gufi. I topi e altri piccoli roditori sono più simili al traffico di lunghe campate d’erba.

Quindi, lasciare l’erba più a lungo del normale creerebbe le condizioni giuste per il territorio di caccia alle civette. Oltre a mantenere l’erba in crescita, raccogliere spazzola, o altri ramoscelli per un mucchio di spazzole. 

L’aggiunta di un mucchio di spazzole non solo attrae i topi e altri roditori per i gufi, ma può essere utilizzato dagli uccelli canori anche per il materiale di nidificazione. Fornendo migliori condizioni per le loro prede, si spera aumentando la loro offerta di cibo, i gufi saranno sicuri di rendere il vostro cortile uno dei loro terreni di caccia preferiti.

8. Mantenere i vecchi alberi

Mentre alcuni gufi fanno la loro casa nelle praterie o nelle praterie, la maggior parte dei gufi chiama la foresta casa, e gli alberi sono una necessità per attirare i gufi. Non solo i gufi hanno bisogno di alberi densi e maturi per appollaiarsi durante il giorno.

Preferiscono aree ombreggiate e appartate, in modo da non essere disturbati – ma ne hanno bisogno anche per fare il nido. Mentre gli alberi vecchi e morti possono essere un pugno nell’occhio per noi, se non rappresentano una minaccia o un pericolo, tenete i vecchi alberi intorno per rendere il vostro cortile ancora più attraente per i gufi. 

Lasciate i grandi rami spogli e gli alberi morti il più possibile intatti per fornire più punti di appollaiamento e di appollaiamento per i vostri gufi. Dare loro un posto dove appollaiarsi, riposare e costruire il loro nido renderà il vostro cortile una tappa più attraente nella loro ricerca di un territorio adatto. 

Fornire spazi naturali come questi, dove i gufi possono sentirsi al sicuro durante il giorno, è uno dei modi migliori per incoraggiarli ad appollaiarsi nelle vicinanze.

9. Tenere gli animali domestici all’interno

Anche se molte persone pensano che i loro animali domestici siano troppo piccoli per catturare l’attenzione dei gufi, i gufi affamati possono causare grossi problemi ai piccoli cani, ai roditori o ai gatti. 

Le razze piccole come Chihuahua e Yorkies sono particolarmente suscettibili date le loro dimensioni, ma anche i gatti e gli animali domestici più grandi possono essere in pericolo. I gufi sono animali selvatici, e i gufi che nidificano possono essere più aggressivi del normale ( 5 ). 

I gufi prederanno tutto ciò che pensano di poter gestire o che rappresenta una minaccia. Sorvegliate i piccoli animali domestici durante il giorno e teneteli al chiuso la notte. Questo non solo protegge il vostro amico peloso dalla caccia ai gufi, ma permette anche un rapporto più sicuro tra l’uomo e i gufi. 

Tenere il vostro animale domestico in casa, o sorvegliato quando è all’aperto, dà ai gufi lo spazio di cui hanno bisogno e impedisce agli animali domestici di disturbare fattori importanti per attrarre i gufi – come spaventare i roditori e altri parassiti che è meglio lasciare ai gufi.

Leggere anche : 12 Consigli su come liberarsi dei gufi quando diventano un problema

10. 10. Benvenuti roditori

I gufi sono principalmente uccelli carnivori e molti si nutrono principalmente di piccoli mammiferi come i roditori. Topi, arvicole, scoiattoli, scoiattoli, scoiattoli e persino scoiattoli di terra attireranno tutti i gufi, anche se questo potrebbe non essere qualcosa a cui si vuole pensare.

Questo perché la maggior parte dei proprietari di case cercano di evitare il problema dei roditori. Tenere un mucchio di spazzole è un modo per aiutare una popolazione di roditori sana a prosperare nel vostro giardino. 

I mucchi di spazzole possono includere alte guarnizioni d’erba, bastoni, vecchie foglie e altri materiali naturali per far abitare i roditori. Sempre vulnerabili ai predatori a causa delle loro piccole dimensioni, i roditori cercano rifugi forti per scavare sottoterra e fornire la massima protezione – come un mucchio di spazzole. 

Tenere il mucchio alla fine della vostra proprietà – di fronte alla vostra casa – è un modo per ridurre la possibilità che i roditori si facciano strada nella vostra casa o negli annessi. Senza una fonte di cibo costante, come una sana popolazione di roditori da cacciare, i gufi non rimarranno mai a lungo nei paraggi. 

11. 11. Evitare veleni per ratti e pesticidi

All’insaputa di molti, i pesticidi e i veleni per topi possono avere un forte impatto sulla popolazione di uccelli e i gufi non sono diversi. Topi, ratti, serpenti, scoiattoli, scoiattoli e molti altri visitatori del giardino sono considerati parassiti. 

Cercare di controllarli attraverso l’uso di veleni e pesticidi può essere dannoso per gli uccelli. Anche se possono essere ospiti indesiderati nel vostro giardino, molte di queste creature sono anche una parte critica della catena alimentare di un gufo. 

La loro rimozione può sconvolgere l’equilibrio naturale della zona e anche se ci sono molti metodi di controllo dei parassiti, tutti possono avere un impatto sugli uccelli se non vengono fatti in modo corretto ( 6 ). I veleni non immediatamente fatali per il destinatario previsto (cioè il topo) diventano contaminanti secondari per lo sfortunato gufo che li mangia. 

L'”avvelenamento secondario” o “tossicità secondaria”, come è anche noto, è responsabile della morte di molti falchi e soprattutto dei gufi. Gli uccelli possono subire danni neurologici che possono portare alla debilitazione ed eventualmente alla morte a causa di questi veleni, causando effetti disastrosi sull’ecosistema. 

Leggere anche : Quanto vivono i gufi?

12. 12. Evitare le chiamate registrate dei gufi

Si può essere tentati di utilizzare i richiami di uccelli registrati per attirare gli uccelli nella vostra zona, ma evitare i richiami di gufi registrati. Quando gli uccelli sentono una registrazione, non sanno che si tratta di una registrazione e possono segnalare loro molte cose che potrebbero non essere vere. 

Per esempio, quando un gufo sente le chiamate registrate di un gufo, può pensare che stiano accadendo molte cose che non sono necessariamente vere e si agitano. 

A seconda del richiamo, possono credere che un altro uccello abbia invaso il loro territorio e cercheranno di sfidare questo concorrente. Non solo, ma l’ascolto del richiamo sottrae tempo prezioso ad altre attività naturali di sopravvivenza come la cura delle uova, la predazione o il prezioso riposo. 

L’utilizzo di richiami registrati per gufi può essere allettante per attirare i gufi nel vostro cortile all’inizio, ma la creazione di uno stress innaturale per i gufi in questo modo ha un impatto negativo sugli uccelli e sul loro benessere a lungo termine. 

Leggere anche : Perché i gufi si divertono?

Sophie Waechter

Written by