quanto sono intelligenti i gufi? (non è come pensi) uccelli del mondo

Nella mitologia greca antica, un gufo è un segno di saggezza e di concentrazione. Si può trovare la rappresentazione di divinità greche che tengono un gufo tra le mani, nei dipinti anche se non sapevano quanto sono intelligenti i gufi. Nella moderna scienza del comportamento, la persona che tende a rimanere sveglia fino a tarda notte viene chiamata “gufo notturno”. 

In un recente studio dello psicologo Satoshi Kanazawa, i nottambuli hanno più probabilità di essere intelligenti dei mattinieri (Morning person)( 1 ). È così che l’idea dell’intelligenza del gufo continua anche ai giorni nostri.

Se vuoi attirare i gufi nel tuo cortile, allora  leggi questa guida qui.

Quanto sono intelligenti i gufi?

Poche specie di uccelli sono considerate più intelligenti di altre. Ma questo dipende da come definiamo l’intelligenza degli uccelli. Ci sono due classi più ampie: svolgere un certo compito in modo capace, e l’altra è risolvere i problemi. I gufi sono incredibili rapaci quando si tratta di cacciare piccoli animali della foresta. 

Ma i gufi sono saggi? Hanno una vista e un udito molto acuti, che non hanno eguali nella famiglia degli uccelli. 

Ma quando si tratta del cervello, le cose si complicano un po’. Circa il 75% del cervello del gufo è dedicato ai sensi della vista e dell’udito ( 2 ). Lascia ai gufi il 25% del cervello per elaborare questi dati e prendere decisioni. Allo stesso modo, i gufi sono i padroni di movimento furtivo . In un esperimento, ha preso un volo da un luogo all’altro senza creare alcuna sensazione. Nemmeno la sensibilità dei microfoni se n’è accorta.

Ma alcuni ritengono che non sia una buona idea paragonare i gufi ad altri uccelli intelligenti. Poiché i gufi sono uccelli solitari rispetto a corvi, corvidi e pappagalli, è difficile trovare un terreno comune. Ora, quando si tratta di capacità cognitive, i corvidi sono i più intelligenti del gruppo. Hanno mostrato segni di usare gli strumenti, l’inganno e la memoria.

Correlato : Perché i gufi si divertono?

Intelligenza del gufo

I test di problem-solving sull’intelligenza del gufo mostrano che non sono bravi a fare certi compiti legati al cervello. In uno studio particolare, sei gufi su dodici hanno tirato la corda ( 3 ). Questi compiti sono di natura che non richiedono un addestramento preliminare sugli animali. Altri uccelli possono svolgere questi compiti facilmente. Nell’esperimento di cui sopra, pochi gufi hanno cercato di tirare la corda in modi strani. Pochi suggeriscono che questo comportamento potrebbe essere la mancanza di comprensione della fisica sottostante degli oggetti nei gufi.

Fatto curioso, lo sapevate che un gruppo di gufi si chiama parlamento?

Ma i gufi non sono così stupidi come potrebbero essere considerati. Un altro studio è stato condotto per scoprire quanto possano essere utili gli strumenti nella fauna selvatica. I coleotteri stercorari sono la preda preferita dei gufi. Questo studio ha dimostrato che i gufi hanno portato lo sterco vicino al loro nido per attirare i vermi e i coleotteri e si sono nutriti di loro. 

Questo uso di esche per attirare le sue prede è comune in molti animali, ma questo caso è un po’ diverso. I gufi sono diversi dagli altri uccelli in quanto sono notturni e si affidano al loro istinto. Il modo in cui localizzano le loro prede e poi vanno effettivamente a uccidere è in qualche modo affascinante per gli scienziati. 

Nel Journal of Experimental Biology, Terry T. Takahashi spiega come il gufo usi la tecnica della localizzazione del suono per individuare accuratamente la sua preda ( 4 ). Nella notte, quando la visione non è perfetta, l’uso del suono per predare dimostra quanto possa essere intelligente il gufo.

Se i gufi sono diventati un problema, allora leggete  come liberarsi dei gufi in modo sicuro.

Perché i gufi sono considerati saggi?

Perché comunemente citiamo saggi come un gufo? I gufi sono tra le poche creature viste in modo così diverso in diverse parti del mondo. Molte culture hanno opinioni contraddittorie al riguardo. L’origine del gufo come creatura intelligente può essere fatta risalire all’epoca preistorica. Quando gli esseri umani si affidavano alla caccia per la loro sopravvivenza, la consideravano l’unica forza. I gufi sono cacciatori acuti e hanno un forte istinto, ecco perché l’hanno preso per la saggezza di queste creature. 

Nelle società greche antiche, erano i simbolo di saggezza a causa delle dimensioni degli occhi. In questo mondo moderno, indossare occhiali da vista è un segno di intelletto tra gli studenti e il mondo accademico. Perché gli occhiali assomigliano agli occhi grandi del gufo. Gli antichi egiziani avevano paura dei gufi ed erano segno di sfortuna. 

I romani sono tra i più temuti se parliamo di gufi. Lo consideravano il simbolo del disastro, della sconfitta e della carestia. Il volo dei gufi sui soldati romani era spesso associato alla sconfitta. Quando un esercito romano fu annientato nel deserto della Charrhea, l’attuale Iraq, lo storico racconta che furono avvertiti dal gufo. La morte di molti personaggi famosi della storia romana, come Giulio Cesare, Augusto e Commodo, furono tutti predetti dai gufi.

Nell’indo-subcontinente, il gufo è il segno di una ricchezza non guadagnata. Se qualcuno è incompetente e ha raccolto enormi ricchezze, quella persona viene paragonata a un gufo. Allo stesso tempo, in altre parti dell’India, è legato alla protezione. Nella cultura dei nativi americani è il segno della morte, della sfortuna e della morte. I giapponesi, invece, associano il gufo al fascino, alla fortuna e alla protezione dalla sofferenza.

I gufi sono più intelligenti dei corvi e dei corvi?

Non è una buona pratica confrontare i gufi con altri uccelli intelligenti. Corvi, corvi e pappagalli sono più attivi quando si tratta di comportamenti cognitivi. Questi uccelli applicano il concetto di lavoro di squadra in alcune situazioni, mentre i gufi si comportano da soli. I gufi operano al buio, il che li rende speciali in alcune cose. Usano i loro sensi piuttosto che il loro cervello. 

Nella scala dell’intelligenza degli uccelli, i gufi si trovano un po’ in mezzo. Non possono svolgere alcuni compiti progettati dagli zoologi per controllare la saggezza dell’uccello. Ma d’altra parte, i corvidi, i corvi e i corvi sono molto attivi nella risoluzione dei problemi. I corvi utilizzeranno gli strumenti per certi compiti. Usano diversi livelli di strumenti, per esempio, usando lo strumento A per improvvisare lo strumento B per svolgere il compito C. Risparmiano il cibo per i giorni di pioggia. Hanno una forte memoria e si ricorderanno della persona che cerca di far loro del male.

I pappagalli, invece, sono molto abili nel pronunciare parole. Le capacità verbali dei pappagalli sono ben note. Riescono a ricordare qualche centinaio di parole e le pronunciano in una sola volta. Usano anche strumenti per graffiare le loro vecchie piume. Nella giungla amazzonica, vivono in colonie che svolgono attività di squadra. Un pappagallo può contare le cose quando è addestrato per questo e anche in alcuni chiedere aiuto.

Sophie Waechter

Written by