14 tipi di pappagallini e come differenziarli uccelli del mondo

Quanti tipi di pappagallini ci sono là fuori e in che modo si differenziano l’uno dall’altro? Se vi siete mai posti questa domanda, troverete la risposta in questo articolo. Con il suo aiuto, imparerete tutto sui pappagallini in termini di diversità, aspetto, caratteristiche standard e tutto ciò che potreste voler sapere. 

Indice

Definizione di parrocchetto

Un pappagallino può essere un piccolo pappagallino, oppure può essere una specie più grande che vive più a lungo ed è abituato a un clima diverso. Non esiste una definizione standard per un pappagallino come gruppo tassonomico; ne fa parte diverse centinaia di uccelli, molti dei quali vivono in luoghi completamente diversi in tutto il mondo. 

I pappagallini hanno la coda lunga e sono tipicamente più piccoli dei pappagalli più grandi, come i cacatua o le amazzoni. Sono molto intelligenti e attivi, e molti sono facili da addestrare, così si può insegnare loro ad imitare il linguaggio umano o alcuni suoni nel loro ambiente. 

I pappagallini fanno parte della famiglia dei pappagalli. Per quanto riguarda l’aspetto, di solito sono dotati di piume affusolate e di coda lunga e hanno un corpo meno tozzo rispetto ai pappagalli più grandi.  

Il tipo più comune e popolare di parrocchetti sono i pappagallini, e la ragione per cui sono così diffusi nelle famiglie di tutto il mondo è che sono considerati uccelli da compagnia a bassa manutenzione. 

Esistono varietà più grandi di pappagallini e sono disponibili in una varietà di colori vivaci e hanno caratteristiche corporee diverse e accattivanti, ma anche tra questi, alcuni sono meno comunemente tenuti come uccelli da compagnia, come i pappagallini redrump. 

Pappagallo contro pappagallo

Il dilemma “pappagallo contro pappagallo” è un dilemma senza fine. I pappagalli sono pappagalli? I pappagalli sono pappagalli? La risposta alla prima domanda è difficile, sì. Tutti i pappagallini sono considerati pappagalli. Ma non tutti i pappagalli sono pappagallini. 

I parrocchetti sono un gruppo di piccoli pappagallini che si trovano in molti luoghi del mondo, dall’Asia all’America centrale e meridionale fino all’Australia. Fanno parte dell’Ordine dei Psittacini, insieme al resto dei pappagalli, anche quelli che non sono loro parenti. 

Tassonomicamente, i pappagalli fanno parte della sottofamiglia dei Psittacidae, mentre alcuni pappagalli fanno parte della sottofamiglia dei Psittacinae. Quest’ultima è composta da sette tribù e comprende una vasta gamma di pappagalli, dai grigi africani ai piccioncini e agli ara. 

La famiglia dei pappagalli è molto grande e non consiste solo nei pappagalli standard che si trovano nella maggior parte dei negozi di animali. I pappagalli possono variare in dimensioni da 3 pollici a 40 pollici e hanno una durata di vita impressionante, con alcuni di loro in grado di vivere fino a 80 anni.

I pappagallini, invece, hanno dimensioni che vanno dai 7 ai 18 pollici, quindi sono uccelli di piccole e medie dimensioni. La loro durata di vita varia molto a seconda del tipo esatto di parrocchetto, ma la maggior parte delle varietà non può vivere per più di 10 o 40 anni. 

Pappagallo contro pappagallo

Se vi siete mai imbattuti in qualche informazione sui pappagallini secondo cui sono diversi dai pappagallini (conosciuti anche come pappagallini), era falsa. Questi due sono, infatti, uno e lo stesso. Tutti i pappagallini sono pappagallini. 

Il motivo per cui esistono due nomi diversi per loro è che spesso sono chiamati pappagallini negli Stati Uniti e in altri luoghi del Nord America. Paesi diversi hanno nomi diversi per i parrocchetti. In francese, per esempio, sono chiamati “perruche”. 

Nel resto del mondo anglofono, tuttavia, la denominazione pappagallo è usata più frequentemente. In Australia, per esempio, questi uccelli da compagnia sono ancora chiamati pappagallini.

Quando si tratta di specifiche, se si dovesse scegliere una denominazione più ‘corretta’ per l’uccello da compagnia, dovrebbe essere pappagallino. 

Il pappagallo è molto più preciso, poiché il gruppo del pappagallo è composto da molte decine di uccelli diversi. Questi si differenziano dal pappagallino sia per il luogo da cui provengono, sia per le loro dimensioni, il colore, le esigenze nutrizionali e gli ambienti che preferiscono. 

Pappagallo contro conure

I parrocchetti possono spesso essere scambiati per conure e viceversa. Quello che forse non sapete è che tutte le conure fanno parte del grande gruppo dei pappagallini. Tuttavia, non tutti i pappagallini appartengono al gruppo dei Conurus, ma le conure sì. 

I cocorite sono pappagallini dalla coda lunga che provengono dal Sud e dall’America centrale. Il loro nome è una combinazione di due parole greche, con ‘cono’ che significa cono e ‘ourus’ che significa coda. 

Quando si tratta di tassonomia, Conurus non è una denominazione scientifica e al giorno d’oggi è raramente utilizzata da biologi e ornitologi. Il nome corretto del gruppo di uccelli è Aratinga Genus e comprende molte specie e sottospecie, alcune delle più popolari sono Jenday Conure o Sun Conure. 

Un altro genere a cui appartengono alcune altre conure è il Pirro, ma sono per lo più indicati come parrocchetti. Alcuni uccelli di questo gruppo sono popolari in avicoltura.

Le conure possono essere definite sia come conure che come parrocchetto. Ma un pappagallino non può essere chiamato conure perché non appartiene allo stesso gruppo tassonomico. 

Un altro aspetto che fa la differenza tra i due è il luogo da cui provengono. Da dove vengono i parrocchetti? Dall’Australia. Al contrario, da dove vengono i conuri? Dall’America centrale e meridionale.

Cosa non sono i pappagallini?

I pappagalli sono considerati pappagalli di piccole e medie dimensioni, ma ciò non significa che tutti i pappagalli di piccole e medie dimensioni siano pappagalli. Il gruppo dei pappagalli è molto vasto e comprende molte razze con caratteristiche diverse. Tuttavia, alcuni uccelli non fanno parte di questo gruppo. 

Ecco alcuni esempi di uccelli che non dovrebbero essere confusi con i pappagallini o il modo in cui si muovono. 

  • Lories
  • Pionus
  • Piccioncini
  • Eclectus
  • Caicchi
  • Poicefalo
  • Lorikeets

Ci sono molte specie di pappagalli che vivono in tutto il mondo, ma hanno molteplici differenze quando vengono accostati a un pappagallo, in particolare il pappagallino standard che si incontra in un negozio di animali. 

Se si prova a paragonare un pappagallo grigio africano, per esempio, a un pappagallo, ci si accorge ben presto che non fanno parte della stessa famiglia o dello stesso genere. Mentre i grigi africani sono meno colorati e notevolmente più grandi, i pappagalli sono più piccoli e sono disponibili in colori vivaci. Ci sono anche differenze significative in termini di comportamento o di esigenze nutrizionali. 

Anche i pappagallini non vanno confusi con i cockatiel, in quanto appartengono ad una famiglia completamente diversa (Cacatuidae). Al contrario, i pappagallini fanno parte della famiglia dei Psittaccidae. Per sapere che tipo di uccello da compagnia si ottiene, chiedete al gestore del negozio di animali o all’allevatore. 

Tipi di parrocchetti

Parrocchetto Alessandrino

Questo uccello colorato, loquace e intelligente è uno dei più grandi pappagallini asiatici del mondo. È stato portato in Europa nel IV secolo a.C., quindi è una delle specie più antiche conosciute. 

È un uccello affettuoso che può vivere fino a 40 anni. Un adulto può raggiungere una lunghezza del corpo di 25 pollici.

Budgerigars

I pappagallini sono originari dell’Australia. Oggi sono tenuti come animali da compagnia perché sono curiosi, energici e amichevoli, e possono anche imparare a parlare. La maggior parte di loro è una persona che impara in fretta e raccoglie parole o frasi dai suoi amici umani. 

Gli adulti misurano circa 7 pollici di lunghezza e pesano meno di 1,5 once. 

Pappagallo monaco

Questo piccolo pappagallo di colore verde brillante ha l’addome giallo e il petto grigio. Si trova naturalmente in Sud America. Alcuni di loro sopravvivono agli inverni a New York e a Chicago, dove vivono in branchi.

In cattività possono vivere fino a 15 anni, ma in natura di solito sopravvivono dai 6 ai 7 anni. 

Pappagallini Psittacula

I pappagallini Psittacula si trovano comunemente nel Sud-Est asiatico e in Africa e costituiscono le sottospecie di pappagallini più varie (oggi ne sono noti più di 14). 

I parrocchetti con gli anelli di rosa sono estroversi e intelligenti, ma devono essere adeguatamente socializzati. Gli adulti possono avere una lunghezza che va dai 13 ai 23 pollici e possono vivere fino a 35 anni. 

Pappagallini di pianura

Con la sua personalità amichevole e accattivante, il semplice parrocchetto è diventato uno dei più popolari là fuori. È originario del Sud America, specialmente del Brasile. La maggior parte degli individui sono verdi e hanno i piedi rosa e il becco rosa. 

Hanno una lunghezza di circa 9 pollici e possono vivere fino a 10-15 anni.

Pappagallo derbyano

Questo pappagallo viene dalla Cina, dall’India e dal Tibet, purché le regioni siano coperte da foreste. Ora è considerato una specie minacciata a causa della perdita del suo habitat naturale. 

Un adulto misura circa 20 pollici di lunghezza e può vivere fino a 30 anni. Quanto al suo temperamento, è docile e affettuoso, ma ha bisogno di una costante socializzazione.

Pappagallo indiano a collo di cigno

Conosciuti anche come pappagallini con gli anelli di rosa, i pappagalli indiani sono originari di diverse parti dell’Asia, dal Pakistan e dall’India al Medio Oriente. In natura, questo tipo di uccello preferisce vivere in branchi di oltre 100 individui.

Da adulto, l’uccello misura 16 pollici di lunghezza e pesa meno di 4 once. Questi uccelli hanno colori che vanno dai verdi e gialli brillanti alle cannelle.

Pappagallo dalla testa di prugna

I pappagallini con la testa di prugna si trovano in natura in luoghi come il Pakistan, il Bangladesh e lo Sri Lanka. Questa varietà asiatica è meno aggressiva di altre, ma richiede una costante interazione umana per rimanere ben educati.

Gli adulti hanno una lunghezza del corpo di 12 pollici e di solito pesano meno di 3 once. Possono vivere dai 15 ai 20 anni. 

Pappagallo quacchero

Conosciuto anche come parrocchetto monaco, questo tipo di uccello è piccolo e verde brillante e di solito vive fino a 15-20 anni. Il loro corpo è piuttosto piccolo poiché misura da 11 a 12 pollici di lunghezza e pesa meno di 5 once.

I pappagallini quaccheri amano volare, quindi hanno bisogno di gabbie spaziose. Si divertono anche a parlare tra di loro e con i loro amici umani.

Pappagallo reggente

I pappagallini reggenti provengono dal sud-ovest dell’Australia, dove vivono nei boschi e nei cespugli. Sono tra i tipi più rari di parrocchetti là fuori, ma sono apprezzati come animali domestici per la loro personalità affettuosa. 

Un adulto può misurare fino a 16 pollici di lunghezza. In termini di colore, possono essere gialli o verdi. Possono vivere fino a 25 anni. 

Pappagallini lineari o barrati

I pappagallini lineari sono originari dell’America centrale e meridionale. Preferiscono vivere in regioni più elevate, motivo per cui si trovano più comunemente nelle Ande peruviane. Gli piace vivere in branchi che possono essere composti da un massimo di 20 uccelli.

Sono calmi e silenziosi e amano volare, ma anche camminare. Questo tipo di parrocchetto può vivere fino a 10-20 anni. Il suo corpo misura tra i 6 e i 7 pollici. 

Pappagallo baffuto

Questo pappagallo dal petto rosso è un pappagallo di taglia medio-piccola che si trova nel sud-est asiatico. Purtroppo è una specie in pericolo a causa della perdita del suo habitat naturale. 

Con la dovuta cura, un parrocchetto baffuto può vivere per ben 25 anni. La maggior parte degli uccelli di questo genere ha un temperamento dolce e una personalità estroversa. 

Il parrocchetto di Bourke

Conosciuto anche come “Bourkie”, il parrocchetto di Bourke è un piccolo pappagallo che si trova in Australia. È più piccolo e più silenzioso rispetto agli uccelli di dimensioni simili e ha un temperamento gentile. 

Un adulto misura da 7 a 8 pollici di lunghezza e può vivere fino a venticinque anni.

I pappagallini Brotogeris

I parrocchetti Brotogeris vivono in Sud e Centro America. Sono strettamente imparentati con i parrocchetti monaci. Sono dei grandi volatori e hanno un corpo più piccolo di quello di un cockatiel. 

La lunghezza di un parrocchetto brotogeris di solito varia tra 7 e 9″. Per quanto riguarda il colore, si trovano più comunemente di colore verde.

Caratteristiche del parrocchetto

La specie dei pappagallini comprende un gran numero di tipi di pappagallini, ma tutti condividono alcune caratteristiche, soprattutto per quanto riguarda la forma del corpo, il becco, i suoni che emettono e anche quanto possono essere sociali. Ecco alcune caratteristiche standard del pappagallino.

Forma del corpo –  Indipendentemente dalle razze di parrocchetto che esistono, hanno tutte corpi piccoli e snelli e una coda un po’ lunga, al confronto. I piedi sono a forma di X, a meno che non abbiano subito un incidente. Due delle loro dita dei piedi dovrebbero puntare all’indietro e due in avanti. 

Ogni parrocchetto è in grado di ruotare la testa di 180 gradi. 

Colori –  I colori possono variare molto a seconda degli individui da cui sono stati allevati. Questi uccelli sono disponibili in molti colori che vanno dal verde e giallo brillante al viola e all’arancione. La cere di un pappagallo cambia colore quando l’uccello raggiunge la maturità sessuale. 

Più il colore è esotico, più alto è il prezzo del pappagallo. Un parrocchetto blu è tipicamente più costoso di quello verde e giallo semplicemente perché è più raro. 

Becco –  I pappagallini hanno becchi sfaccettati che usano per masticare il cibo e sbucciare la frutta, ma anche per rimuovere il guscio esterno dei semi. 

Il loro becco superiore agganciato può aiutarli a scavare o a tenere le cose all’interno della gabbia. 

Suoni –  Ogni pappagallo ha una voce diversa, e questo di solito accade perché sono intelligenti e possono imparare a replicare i suoni che sentono nel loro ambiente. 

Ad alcuni si può insegnare a ripetere le parole, oppure si può imparare a fischiare. 

Livello di attività –  Ai pappagallini piace tenersi sempre occupati, soprattutto se si commette l’errore di prenderne uno solo, non una coppia. Mordicchiano i loro giocattoli, volano da un posatoio all’altro e si spogliano tra di loro.

Si raccomanda di rendere la loro gabbia il più divertente possibile, dato che hanno così tanta energia. 

Molto sociale –  Mentre diversi tipi di uccelli potrebbero non amare vivere in coppia, i pappagallini amano condividere il loro spazio con un amico. Che siano dello stesso sesso o meno, spesso vanno molto d’accordo. 

Molti possono essere socievoli anche con gli esseri umani e mostrare affetto verso di loro. Questo di solito accade se vengono socializzati e addestrati durante la crescita. 

Colori del parrocchetto

C’è una vasta gamma di colori di pappagallini in tutto il mondo e variano a seconda dei diversi tipi di pappagallini esistenti. 

In natura, un uccello pappagallo è verde e giallo e ha marcature e strisce nere, oltre a piume di colore verde scuro, blu o nero. Questo è il colore originale del parrocchetto australiano.

Tutti gli altri colori che si possono incontrare in un negozio di animali sono il risultato di anni di allevamento in cattività. I pappagallini in cattività possono essere disponibili in due serie di colori di base:

  • un giallo (che comprende colori come l’oliva, il verde chiaro, il giallo, il verde scuro e il verde grigio)
  • uno a base di bianco (che comprende colori come il bianco, il viola, il malva, il grigio, il blu e il cobalto). 

I colori più comuni che si possono incontrare al giorno d’oggi sono i seguenti:

  • Verde –  Il colore originale ha aiutato i pappagallini selvatici a nascondersi dai predatori tra le foglie degli alberi. Oggi un pappagallo verde può essere verde chiaro o verde scuro o olivastro. 
  • Blu –  I pappagallini blu sono una mutazione recessiva. Sono più difficili da allevare rispetto ad altri colori, ed è per questo che tendono anche a costare di più. 
  • Viola –  Questo colore risale agli anni ’30 ed è rimasto una rarità per buona parte del XX secolo. 

La cannella, l’arcobaleno o il pappagallo rosso sono rari, al confronto. 

Che aspetto ha un parrocchetto quando invecchia? Un pappagallino può cambiare colore di cere (una fascia di tessuto che contiene le nare) man mano che invecchia. 

Per esempio, un giovane pappagallino può avere un colore blu pallido o una leggera abbronzatura, a seconda del sesso.  La maggior parte delle cere delle femmine diventa un’abbronzatura leggera, mentre quella dei maschi diventa un blu vibrante. 

Origine parrocchetto

Da dove vengono i parrocchetti? I pappagallini, come li conosciamo, sono originari solo dell’Australia. Tuttavia, questo non significa che non siano cambiati molto nel corso degli anni. 

Molti allevatori si sono impegnati a combinare alcuni degli individui più belli e a creare combinazioni di colori ancora più accattivanti. I pappagallini che ora potete trovare nei negozi di animali non sono più nativi dell’Australia – sono nati e cresciuti in cattività. 

La prima documentazione di un parrocchetto è stata fatta nel 1805 da uno zoologo e botanico inglese, George Shaw. L’appassionato di uccelli britannico John Gould compilò un libro intitolato ‘Birds of Australia’, in cui descriveva oltre 600 uccelli australiani, tra cui il parrocchetto. All’epoca, si riferiva strettamente al pappagallino. 

Ci sono circa 100 tipi diversi di pappagallini che sono conosciuti oggi. Il nome “budgerigar” sembra derivare da una combinazione di lingua aborigena e slang australiano, che significava “buono da mangiare”. 

L’origine di molti altri tipi di pappagallino oltre al pappagallino è varia. Alcuni provengono dall’America centrale e meridionale, altri dall’Asia o dal Medio Oriente. 

Storia del parrocchetto

Alcuni dei più antichi tipi di parrocchetti importati sono i parrocchetti alessandrini, che prendono il nome da Alessandro Magno. Questi sono stati portati in Europa intorno al 327 a.C. Si tratta di una specie diversa dal parrocchetto standard che si incontra nei negozi di animali. 

Anche se la maggior parte dei pappagallini sono originari di una parte dell’Australia centrale, quelli che si vedono oggi nei negozi di animali sono, in effetti, allevati da persone. I pappagallini sono stati portati per la prima volta in Europa da John Gould all’inizio del XIX secolo. 

I pappagallini sono diventati popolari come uccelli da compagnia nell’alta borghesia europea e sono stati allevati in cattività intorno al 1840. I pappagallini divennero così apprezzati che anche la regina Vittoria ne ricevette in dono una coppia. 

All’epoca, il fratello di John Gould, che riuscì ad allevarli, ne vendette un paio per quelle che oggi si stima siano diverse centinaia di euro. 

Alla fine del XIX secolo, l’Australia ha vietato l’esportazione di pappagallini vivi. Per questo motivo quelli che si possono acquistare ora provengono solo da animali di razza in cattività. 

Alcune fonti suggeriscono che oltre 40 milioni di pappagallini vivono in vari luoghi del mondo in questo momento, dagli Stati Uniti e dal Regno Unito al Sud Africa. 

FAQ

Cosa sono i pappagallini di fantasia?

Un pappagallo di fantasia non si differenzia dal resto dei pappagallini. Sono chiamati così solo perché possono essere di colori diversi e di grande impatto visivo.

Quali uccelli sono pappagallini?

Il gruppo dei pappagallini è composto da più di cento specie diverse, che hanno un aspetto simile tra loro e condividono anche molte esigenze nutrizionali.

I pappagallini sono uguali ai pappagallini?

I pappagallini e i pappagallini sono lo stesso tipo di uccelli. Il loro nome varia a seconda della posizione geografica, poiché negli Stati Uniti sono più spesso chiamati pappagallini.

Come si chiama uno stormo di pappagallini?

Uno stormo di pappagallini si chiama azienda, pandemonio, o semplicemente gruppo. Tutte queste denominazioni sono considerate accettabili in tutto il mondo.

Perché gli americani chiamano i pappagallini pappagallini?

Il nome “pappagallini” è rimasto quando gli allevatori di pappagallini e i negozi di animali hanno iniziato a chiamarli così. In realtà, è così che erano e sono commercializzati come uccelli da compagnia negli Stati Uniti.

Perché il mio parrocchetto mi morde?

Le ragioni del comportamento aggressivo degli uccelli pappagallini, in particolare nei confronti delle persone, sono molte. Un pappagallino può essere stanco, arrabbiato, o impaurito, o potrebbe voler proteggere il proprio territorio.

I pappagallini sono ad alta manutenzione?

Anche se hanno bisogno di un certo grado di cura e attenzione, i parrocchetti sono considerati uccelli a bassa manutenzione, soprattutto per quanto riguarda le gabbie, gli accessori e le esigenze alimentari.

Quale genere di pappagallini dovrei avere?

Le coppie dello stesso genere lo fanno altrettanto bene quanto quelle di sesso diverso. Tuttavia, se si ottiene un animale domestico maschio e una femmina pappagallo, ci si può aspettare che si riproducano.

I pappagallini vanno meglio in coppia?

Poiché i pappagallini sono uccelli sociali, si comportano sempre meglio in coppia o come parte di uno stormo. Anche la compagnia umana è importante, ma avere un amico parrocchetto lo è ancora di più.

Sophie Waechter

Written by